Viaggi 2019

Questo dice un viaggio: liberate il mondo dai fantasmi dell’abitudine.
La meraviglia attrezzi l’occhio per nuove scoperte.
(Fabrizio Caramagna)

 

marpha


>> Puoi cliccare sui titoli in arancio per accedere ai dettagli.

Le nostre proposte di viaggio non sono definibili semplicemente con il termine "turistiche". Sono un tentativo di accostarsi allo spirito e alla cultura del posto attraverso una full immersion nell'atmosfera della terra che si va ad incontrare.
Ogni escursione viene accompagnata da una adeguata introduzione culturale per rendere l'esperienza il più possibile coinvolgente e (speriamo!) indimenticabile.

 

In Nepal: un incontro con gli Dei e gli sciamani
dal 16  al 29 luglio

in collaborazione con l'agenzia Unitour di Mantova marco.visini@tempoliberosrl.com   0376-357324

Viaggiare in Nepal significa conoscere l'anima dell'Asia, con le contraddizioni di questo Paese in bilico fra la cultura del passato e il senso di modernità che rincorre. La presenza degli sciamani è ancora molto forte e questo programma offre la possibilità di un’esperienza diretta dello sciamanesimo, antica pratica spirituale che espande la coscienza e trascende i limiti della realtà ordinaria.
Accompagnati dal suono del tamburo e dai canti degli sciamani, conosciamo un Nepal misterioso, magico e nello stesso tempo reale, dove il senso del sacro è ancora molto sentito nei gesti quotidiani e nei rituali. Incontriamo sciamani di differenti etnie , assistiamo a rituali di guarigione sciamanica e partecipiamo ad un seminario teorico e pratico condotto dall’antropologo e  sciamano Bhola Banstola.
Visitiamo i luoghi storico-religiosi di Kathmandu e della valle, gli antichi monumenti e le strade  ricche di fascino, di colore e di profumi. Visitiamo i luoghi piè significativi del Nepal: Bhaktapur, la più originale e autentica con un' atmosfera medioevale lascia un ricordo indelebile, Patan, città-museo all’aperto dall'armoniosa architettura, Pashupatinath, luogo sacro delle cremazioni sul fiume Bagmati, il più importante luogo di culto dedicato a Shiva, Boudanath, con il grande stupa bianco e la comunità di tibetani, la collina sacra di Swayambunath, da dove, racconta la leggenda, ha avuto inizio la civiltà nepalese.

 

In Ladak, tra la terra e il cielo
dal 29 luglio al 12 agosto

in collaborazione con l'agenzia Unitour di Mantova marco.visini@tempoliberosrl.com  

Questo viaggio organizzato in occasione del Festival al lago Tsomoriri fa conoscere una delle zone più affascinanti e più remote dell’India himalayana dai paesaggi lunari, dove i monasteri continuano ad essere centri di culto e di insegnamento. I silenzi interrotti dalla sventolio delle bandiere di preghiera, dal canto dei monaci, i laghi turchesi attorniati dai ghiacciai: il Ladakh offre ancora al viaggiatore spazi metafisici che riportano a Milarepa, il saggio tibetano del 13° secolo: “Lassù. tra le pietraie assolate, si svolge ogni giorno uno strano mercato: puoi barattare il vortice della tua vita per una beatitudine senza confini”.
Da Leh, piccola capitale a 3500 metri, inizia il viaggio in jeep, per entrare nelle strette valli, per costeggiare il sacro fiume Indo, per “perderci” nella grandiosità dei paesaggi dove la profonda spiritualità diventa parte integrante. Abbaglianti monasteri abbarbicati sulle rocce, minuscoli villaggi la cui vita è scandita dal ritmo delle stagioni, gente ospitale che custodisce un’antica saggezza nella semplicità di una vita non facile: un viaggio per chi, lasciata alle spalle la vita frenetica, vuole ascoltare il silenzio, dentro e fuori di sé.

 

In Nepal tra templi, giungla e montagne
Dal 5 al 20 ottobre           

in collaborazione con l'agenzia Unitour di Mantova marco.visini@tempoliberosrl.com  

Un viaggio che offre grandi emozioni e paesaggi diversi per  assaporare l'atmosfera di questo Paese, dove la spiritualità impregna la quotidianità. Dai templi antichi alla giungla, circondati dalla maestosa catena dell'Himalaya considerata la dimora degli Dei.
Visitiamo i luoghi storico-religiosi della valle: Kathmandu, dai templi maestosi e dai mercati sempre affollati, Bhaktapur, la piè originale e autentica dall'atmosfera medioevale che lascia un ricordo indelebile, Patan, città-museo all’aperto dall'armoniosa architettura, Pashupatinath, luogo sacro delle cremazioni sul fiume Bagmati, il più importante luogo di culto dedicato a Shiva, Boudanath, con il grande stupa bianco e la comunità di tibetani, la collina sacra di Swayambunath da dove, narra la leggenda, ebbe inizio la storia del Nepal.
La giungla ci accoglierà con il silenzio e la magia nel Parco nazionale di Bardia, situato sulle colline alle pendici esterne dell’Himalaya, noto per la sua ricca biodiversità. Il parco è un habitat complesso di foreste di shorea robusta, pascoli, savana, foresta fluviale e zone palustri. Al suo interno vivono numerose specie vegetali e animali a rischio di estinzione. Il parco di Bardia è uno degli ultimi habitat naturali per i grandi mammiferi asiatici più minacciati: la tigre reale del Bengala l’elefante asiatico e il rinoceronte.
Visitiamo uno dei luoghi piè sacri del Nepal: Lumbini, luogo di nascita di Buddha la cui presenza impregna questo posto circondato dalla campagna.

 

Viaggio in Myanmar.
La Terra delle pagode 

dal 4 al 17 novembre   

in collaborazione con l'agenzia Unitour di Mantova marco.visini@tempoliberosrl.com   

Visitare il Myanmar (Birmania) è come calarsi in un altro mondo di sapori, aromi, vedute e sensazioni incantevoli, in un'atmosfera assolutamente unica, dove le donne birmane, eleganti nel loro abito, con il viso adornato di thanaka, ricavato dalla corteggia di un albero, si mescolano alle processioni dei monaci e giovani e adulti chiacchierano nei teashop, fumando i fragranti sigari birmani, vestiti, come fanno da secoli, con le loro tradizionali longys. Ovunque si coglie il sapore del tempo passato, dove la cultura tradizionale e contemporanea birmana si fondono in ciò che rende veramente unico questo Paese: la sua gente. Ciò che sorprende è l'ospitalità e la cordialità della gente di questa “terra dorata”, la loro tolleranza religiosa e cultura, il rispetto per il prossimo e il sorriso sincero.
Dalla capitale Yangoon, ormai frenetica città, ai silenzio del lago Inle, dai templi e monasteri di Mandalay alle pagode di Bagan navigando sul fiume Irrawady per osservare la vita dei villaggi lungo le sponde. E come ultimo regalo di questo meraviglioso Paese, la Roccia dorata, in bilico, racconta la leggenda, su un capello di Buddha.

 

Vietnam & Cambogia:
un viaggio nella storia, bellezza e natura

dal 30 ottobre al 13 novembre 2019  

In collaborazione con MantUnitour & Partytour  Marco Visini 0376-357324   www.mantunitour.it

Un ricco itinerario per conoscere il Vietnam, dal nord al sud, alla scoperta delle attrattivite naturalistiche e culturali di questo Paese che, pur con un passato tragico, è proiettato verso il futuro.
Visiteremo la capitale Hanoi dove ancora si respira un’atmosfera francese, la bellissima Baia di Halong, con migliaia di isolotti e faraglioni che emergono dal mare, l'antica Hoi An illuminata dalla lanterne, il colorato mercato di Bac Ha dove incontriamo gli H'Among a fiori dai coloratissimi vestiti, e Ho Chi Minh City, capitale economica del Paese, cuore pulsante del Vietnam, in equilibrio fra passato  e futuro. Raggiungiamo la città-tempio di Angkor, con i templi inglobati nella foresta, le pietre scolpite come pagine di un libro: la sua grandiosità ci sorprenderà.