DEUTA-AUNU, LA RICEZIONE DI UNA CHIAMATA SCIAMANICA NELLA PROSPETTIVA NEPALESE


Queste tre domande spesso si presentano nella mente di una persona che si sta risvegliando spiritualmente o che viene chiamata al sentiero sciamanico.

Il risveglio o la chiamata sciamanica sono termini usati per descrivere coloro che sono stati scelti dagli spiriti, o che sono stati scelti dalle divinità ancestrali, o anche all'inizio dell'incontro con gli spiriti che possiedono uno sciamano. Questa chiamata può far sì che una persona diventi improvvisamente attratta intensamente dalle storie, dai miti, dalle personalità e dai rituali della tradizione della sua regione. Le tradizioni comuni al sentiero sciamanico sono caratterizzate dall'onorare l'interconnessione di tutte le cose e gli esseri. Inoltre questi animali, piante, antenati, spiriti e personalità aiutano lo sciamano a lavorare con aspetti della presenza divina. Questo è possibile poiché tutto nella creazione è collegato da una rete di potere e di luce. Questo è il motivo per cui le tradizioni sciamaniche onorano ovunque gli elementi e i luoghi naturali di potere e bellezza.

Nel contesto nepalese-himalayano, una persona è chiamata a diventare uno sciamano in quattro modi diversi. Questi metodi includono, attraverso la trasmissione diretta da divinità ancestrali (trasmissione ereditaria), attraverso il potenziale sogno del neofita che riceve istruzioni dagli spiriti, attraverso il rapimento da parte dello sciamano primordiale che dimora nella foresta, Banjhankri, che vive in realtà fisiche e spirituali, o infine attraverso la ricerca compiuta dal neofita stesso di un proprio maestro.

Indipendentemente da quale di questi modi una persona riceva la chiamata sciamanica, è comunque necessario allenarsi presso un insegnante. Come parte del processo, colui che viene chiamato cade in una malattia divina per un certo periodo di tempo. Questo periodo può durare da alcune ore a diversi anni. Durante questo periodo, il "futuro sciamano" neofita si sente diverso dalle altre persone, si sente isolato o solo, può sentirsi debole, impaurito e insonne. La persona può anche soffrire di una perdita di appetito, può essere completamente distratta, può provare una perdita di gioia nella vita. Durante questo momento difficile, il neofita può avere visite in sogno da parte degli spiriti e mentre è sveglio sente la presenza di qualcuno molto vicino, qualcuno che chiama il suo nome e ha la sensazione di essere trascinato o richiamato.

In questa fase, i genitori e i parenti del neofita cercano un insegnante-sciamano per guidare la persona amata e fornire le istruzioni necessarie per fargli ritrovare la sua salute. L'insegnante conosce tramite i genitori del neofita la sua situazione e come può essere aiutato. Assistito da tutta la comunità, lo sciamano prepara un altare sciamanico. Allo stesso tempo, l'iniziato si prepara per il viaggio iniziatico nel mondo degli spiriti. Nella maggior parte dei casi, quando inizia il tamburo dello sciamano e si verifica la chiamata degli spiriti, il neofita inizia a tremare di convulsioni. Ciò indica la presenza di uno spirito che inizia a possedere il neofita. Durante questo periodo, l'insegnante sciamano inizia un'indagine ponendo agli spiriti domande come “Chi sei? Come ti chiami? Dov'è il tuo luogo di origine? Dov'eri prima? Perché hai ispirato questa persona? ” ecc. Quando vengono poste queste domande, lo spirito ispiratore parlerà attraverso la bocca del neofita. Quando la voce arriva, il pubblico o l'anziano assegnato interroga ulteriormente lo spirito per accertarsi che questo è benefico. Se l'insegnante-sciamano e il pubblico sono convinti che uno spirito positivo abbia ispirato il neofita, allora l'insegnante sciamano inizierà a trasmettere immediatamente all'apprendista. A volte questo processo di indagine richiede diversi giorni per essere certi che lo spirito ispirante sia veramente uno spirito di guarigione.

Se lo spirito è determinato a non offrire una ispirazione positiva, la persona viene guarita dallo sciamano in modo da essere liberata dall'influenza dello spirito stesso. Ciò assicura che a nessuno spirito malvagio venga aperta una porta verso il nostro mondo.

Se il neofita è cresciuto abbastanza da uscire di casa, allora si trasferisce nell'abitazione del maestro sciamano per vivere. Lo studente deve fare tutti i lavori domestici dalla cucina al taglio dell'erba per gli animali, dall'arare i campi a lavare i panni. Questo insegna la disciplina ai neofiti. Mentre vive con lo sciamano, allo studente può essere permesso di partecipare a cerimonie di guarigione e l'insegnante può dare istruzioni.

All'inizio, gli insegnanti sono lenti a trasmettere i segreti delle arti sciamaniche ai nuovi studenti. Questa cautela garantisce la sicurezza che lo studente sia veramente interessato, che sia abbastanza forte e che assicuri che la saggezza sciamanica non verrà utilizzata in modo improprio. Solo quando l'insegnante avrà piena fiducia nell'allievo, i segreti verranno condivisi. Durante questi periodi di apprendimento del nuovo percorso, il neofita si ammala spesso. Passo dopo passo l'insegnante accompagna lo studente in diversi regni per incontrare vari esseri spirituali. Il neofita impara a cantare le canzoni sacre, a imparare i ritmi del tamburo e i passi della danza sacra. Lo sciamano insegnante aiuta lo studente a imparare come proteggere il proprio corpo, la propria casa e le proprie cose, a chiamare gli spiriti utili e come mandare via tutti gli spiriti male intenzionati.

Quando il neofita acquisisce sufficienti conoscenze per gestire gli spiriti, eseguire alcuni rituali e riti di guarigione, quando diventa mentalmente, emotivamente e spiritualmente stabile, l'insegnante autorizza lo studente a iniziare a praticare il lavoro sciamanico. Prima di questa autorizzazione, si tiene una cerimonia comunitaria. Questa grande festa sciamanica di iniziazione e potenziamento - chiamata Gurupuja in nepalese - deve onorare gli insegnanti. Attraverso questa cerimonia il neofita viene ufficialmente e pubblicamente dichiarato sciamano. Né l'insegnante né gli spiriti possono determinare il successo del nuovo sciamano. Solo i clienti determineranno quanto è abile ed efficace nella guarigione e nella creazione di armonia nel mondo degli spiriti.

I pellegrinaggi sacri (Tirtha) verso siti potenti sono ulteriori modi per acquisire conoscenza e perfezionare ulteriormente la chiarezza e la perfezione dello sciamano. Questi pellegrinaggi vengono fatti nei laghi sacri, nelle cascate sacre, nelle montagne speciali, nelle grotte, nelle rocce di buon auspicio o su un albero particolare. Uno sciamano può intraprendere questo pellegrinaggio con i suoi familiari, compagni sciamani o anche con altri pellegrini.

Anche lo sciamano va in ritiro (Gufa Basnu) alla confluenza dei fiumi sacri. Il luogo in cui convergono tre fiumi è considerato il più propizio. I fiumi trini simboleggiano le nostre connessioni paterne, materne e divine nel cammino sciamanico. Anche la confluenza con due fiumi è benefica. Qui uno sciamano costruisce una capanna temporanea di bambù decorata da fiori e strisce colorate di stoffe. Questa capanna rappresenta un grembo materno. Il tetto, puntato verso il cielo, simboleggia la connessione tra il cielo e la terra. Nel ricovero simile al grembo materno, il neofita torna alle vite precedenti per ricordare memorie e conoscenze che queste vite contengono. In alcuni rari casi questo Gufa può diventare una zona di combattimento tra il neofita e gli spiriti maligni forti, che potrebbero voler catturare il potere dello sciamano. Lo sciamano deve vincere la battaglia e sottomettere le forze negative per diventare più potente.

Essere uno sciamano potrebbe non essere una missione per tutta la vita. A volte gli spiriti aiutanti se ne vanno, comunicando allo sciamano che il loro mandato è finito. In alcuni casi ci sono periodi in cui gli spiriti lasciano per alcuni anni e si presentano di nuovo successivamente. Altre volte gli spiriti aiutanti mettono ostacoli sul percorso dello sciamano, per continuare a sfidare la dedizione del prescelto nel suo percorso.

Secondo l'ottica culturale nepalese ci sono distinte differenze nel processo di chiamata ad essere uno sciamano:

  • Deutale Ruchiako o "selezionato dalle divinità", è uno sciamano che si è creato da s.
  • Apse-ap sono individui che desiderano ricevere un addestramento sciamanico.
  • Le persone che si sono auto-create si ritengono selezionate dalle divinità, e spesso subiscono profonde malattie divine. In genere hanno meno bisogno di assistenza da parte degli insegnanti sciamani.
  • Chi impara da un maestro a diventare uno sciamano affronta in genere meno malattie divine e richiede molto più supporto da un insegnante sciamano (umano). Questi richiedono anche più purificazione, più umiltà, più collaborazione con altri sciamani guaritori, affrontano più ostacoli e necessitano di un maggiore sostegno da parte della comunità.

Nonostante la crescente diffusione di efficaci trattamenti medici e di salute mentale, è ancora necessario che i guaritori sciamanici lavorino sugli aspetti più profondi della psiche e determinino gli aspetti nascosti delle malattie fisiche, mentali ed emotive. Questo lavoro è così efficace che nel corso dell'ultimo secolo molti altri antropologi, sociologi e medici hanno svolto ricerche accademiche ed esperienziali con gli sciamani per scoprire perché queste pratiche siano così vantaggiose.

Le pratiche sciamaniche erano un tempo limitate a un determinato gruppo di persone, comunità o a una setta. Ora molti più insegnanti di sciamani di diverse tradizioni e background culturali stanno diffondendosi nel mondo per condividere esperienze e saggezza. Allo stesso tempo, nei luoghi in cui le tradizioni culturali sciamaniche sono state oscurate dalle religioni organizzate sempre più individui sono alla ricerca di esperienze dirette delle verità più profonde. Questi sentimenti e sensazioni fanno parte del patrimonio spirituale di ciascun, anche se potrebbe essere stato soppresso da centinaia di anni. Per fortuna, con l'avvento della comunicazione globale e degli sviluppi tecnologici, il libero scambio di saggezza e pratiche antiche è ora più possibile. Oggi persone di ogni età e provenienza stanno recuperando le antiche saggezzepur vivendo nel mondo moderno. Essi non fanno che risvegliare antichi ricordi in nuove forme, più opportune e benefiche per la società moderna.

Ora la gente chiede: "Possiamo diventare sciamani"? La risposta è "Sì, puoi diventare uno sciamano". Per prima cosa diventi il ​​tuo sciamano e forse, con grande umiltà e rispetto, potrai successivamente iniziare a diventare sciamano per la tua comunità e i tuoi amici.

Il ruolo più importante di qualsiasi sciamano/facilitatore è quello di "creare uno spazio sicuro in cui tutti possano mettersi in gioco". Una volta creato lo spazio sicuro, le persone possono abbandonare vecchi pensieri, dogmi, convinzioni e paure e consentire al nuovo spirito sicuro, chiaro e creativo di risvegliarsi. In un luogo sicuro, gli individui curiosi possono percepire il mondo degli spiriti.

La condivisione di antiche conoscenze sciamaniche porta a espandersi in nuovi modi. Gli spiriti positivi sono in grado di entrare in questo mondo e possono mettere a disposizione i loro doni. In questo processo di risveglio, potremmo non tanto diventare come il nostro insegnante, ma recuperare una strada che ci porta a come "dovevamo essere" e rivelare così l'essenza della nostra esistenza, così straordinariamente splendida e in armonia con Tutto Ciò Che È.

Il tuo percorso inizia con la volontà di fare il primo passo!

 


Print Friendly, PDF & Email