DIVENTARE UNO JHANKRI


"Forse il modo più strano in cui una persona può essere chiamata ad essere uno sciamano è quando vengono rapiti e insegnati da Ban Jhankri lo spirito sciamano della foresta, un essere metà umano e metà animale."

 

In Nepal uno sciamano viene chiamato dhami o jhankri, due termini usati in modo intercambiabile. Lo sciamanesimo che si trova in Nepal è sia animistico che politeista. Con questo intendo che tutto in natura viene considerato come essere vivo, mentre ci sono spiriti più potenti che sono responsabili di diversi aspetti della creazione, come il tempo.

Le tradizioni insegnano come dovremmo abbracciare la forza vitale spirituale che si trova all'interno di tutti i fenomeni naturali del mondo che ci circonda. Per questo motivo, gli sciamani lavorano molto con i cinque elementi grossolani della creazione: "terra, acqua, fuoco, aria ed etere", e li tengono sempre presenti mentre preparano uno spazio sacro per riti di guarigione ecc.

Gli sciamani cantano le canzoni di questi elementi e le loro qualità, poiché comprendono che questi elementi compongono l'intero universo, i nostri corpi e tutti gli aspetti di noi. Comprendono che l'elemento terra è correlato al corpo fisico solido; l'acqua è emozioni; il fuoco è la forza energetica vitale del corpo. Gli sciamani identificano la causa del problema di una persona, che si tratti di spiriti elementali o di altri problemi, e si concentrano sul livello su cui devono lavorare per curare. L'uso diretto di questi elementi e delle loro essenze spirituali nelle pratiche di guarigione è una parte caratteristica dello sciamanesimo nepalese.

Sono diventato uno sciamano perché gli spiriti mi hanno scelto, ma ci sono diversi modi in cui si può diventare uno sciamano. L'aspetto più importante tuttavia è perché si è "scelti" dagli spiriti. Altri modi possono essere la "trasmissione ereditaria": se hai sciamani nella tua famiglia potresti ricevere trasmissioni e insegnamenti diretti da questi poteri ancestrali, ma è importante ricordare che un insegnante umano è il percorso migliore. A volte avviene anche una selezione spontanea. Diciamo che questa è una "chiamata" o una "elezione". Quando ciò accade, la persona destinata a diventare un futuro sciamano viene spontaneamente posseduta dagli spiriti, entra in trance e gli spiriti si avvicinano molto a essa e la influenzano notevolmente.

Nella maggior parte dei casi il primo spirito a venire è lo spirito di un animale, che lentamente apre vie di contatto con altre guide e spiriti sciamanici.

A volte le persone diventano sciamani per scelta personale. Quando ciò accade, lo studente intraprende una sorta di ricerca: se si è interessati allo sciamanesimo si individuerà un insegnante e si cercherà di apprendere da questo. Il corretto apprendistato sciamanico richiede molto tempo e durante questa fase lo studente impara come esplorare i livelli di esistenza spirituale, oltre a scoprire gli spiriti e apprendere i mantra, i canti sciamanici, i ritmi del tamburo, i balli, la mitologia e le tecniche di guarigione ecc.

Forse il modo più strano in cui si può ricevere la chiamata ad essere uno sciamano è quando si viene rapiti e istruiti da Ban Jhankri. Ban Jhankri è lo spirito sciamano della foresta, è un essere metà umano e metà animale. Appare come una piccola creatura alta circa un metro, con tutto il suo corpo coperto di pelliccia. Le sue gambe sono rivolte all'indietro e ha il naso appuntito. Nella mano sinistra tiene uno speciale contenitore di legno per prendere il latte di mucca e un tamburo e tiene una bacchetta curva nella mano destra. A volte prende forma fisica, ma il più delle volte non si manifesta materialmente. Prende giovani ragazzi o ragazze dai villaggi e li tiene nella sua grotta, che è dietro una cascata.

Lì li fa rimanere per un periodo di tempo, insegnando loro tutto ciò di cui hanno bisogno per imparare. Quando sente che il loro insegnamento è completo, riporta lo studente al villaggio e li lascia lì. Quindi lo studente ritorna ai suoi sensi normali, ma cade in quella che chiamiamo una "malattia divina" ed è aiutato da un maestro sciamano locale, che lo cura e lo aiuta a diventare uno sciamano. La malattia divina non è un disturbo del corpo fisico ma è la manifestazione spirituale dell'essere chiamato a diventare uno sciamano.

I maestri compiono viaggi sciamanici o fanno divinazioni. Guardando la persona, possono scoprire quale spirito o divinità ancestrale sta cercando di manifestarsi attraverso di loro. La persona nel processo di questa manifestazione sembra avere una doppia personalità: la sua e quella dello spirito manifestante. Immagina cosa puoi provare quando le due personalità doppie lavorano insieme in un solo corpo.

 


Print Friendly, PDF & Email