Strumenti sacri sciamanici, oggetti rituali e termini

Lo sciamanesimo non può essere compreso appieno senza comprendere il significato degli strumenti rituali sciamanici, proprio come lo spirito non può essere compreso senza materia.

 

Gli strumenti sacri di uno sciamano possono essere di tipi diversi. Molti includono piante sacre, pietre speciali, parti di animali, tamburo, strumenti musicali, maschere e costumi.

Per lo sciamano questi oggetti non rappresentano solo il sacro, ma incarnano gli spiriti, la cosmologia sacra e le origini del mondo sciamanico. Un altare creato con tali oggetti diventa un'interfaccia o una porta tra spirito e materia fisica.

Quello che segue  è un breve elenco di alcuni dei molti oggetti rituali e termini unici usati nello sciamanesimo nepalese.

 

Thaan
L'altare sciamanico o il diagramma del cosmo sciamanico. È uno spazio sacro creato dallo sciamano con tutti i suoi oggetti e strumenti rituali. La sua forma può essere il riflesso della tradizionale cultura di uno sciamano, può essere strutturata sulla base della guida fornita dalla divinità tutelare dello sciamano o essere il risultato di un viaggio sciamanico, di una visione o di un sogno. Il thaan è un luogo di incontro tra il regno ordinario e quello spirituale.

Shila Dhunga
In genere è un cristallo di quarzo trasparente che rappresenta una montagna celeste, che collega il mondo inferiore, il mondo medio e il mondo superiore. Questo axix mundi può diventare la dimora della divinità curativa dello sciamano o un modo per "vedere" gli spiriti che causano la malattia sciamanica. Queste pietre sono anche chiamate Dhami Dhunga o Jhankri Dhunga, che significa "pietra dello sciamano", e possono anche essere cristalli bianchi.

 

Shaligram
Questa ammonite fossile nera rappresenta i cicli di nascita e annientamento. Queste pietre supportano lo sciamano a scendere nel mondo inferiore e salire al mondo superiore. Avendo una forma a spirale, questi rappresentano anche la divinità del naga che apre la creazione e tiene la terra. In alcune tradizioni popolari sono considerate le "scale per il paradiso".

 

Vajra Dhunga
Queste pietre meteoriche sono definite "pietre di tuono" o "pietre di fulmine" e sono strettamente associate al simbolismo rappresentato dalla forma di un vajra o dorje. Rappresentando l'elemento fuoco, la luce e l'illuminazione, proteggono da ogni attacco esterno, dalle illusioni e supportano l'equilibrio e l'armonia.

 

Chhatri / Chata
Noto come "ombrello spirituale" o "croce di filo", il Chhatri può essere usato per due scopi. Può catturare e intrappolare gli spiriti maligni o servire come strumento per trattenere energia e protezione curativa. Possono essere costituiti in varie forme utilizzando filati di colore diverso a seconda del loro scopo.

 

Atma
Il termine nepalese per l'anima immortale. “L'anima è lo splendido giardino del sé superiore e i fiori con cui si decora il suo segno, il linga, sono l'espressione di ciò che sta crescendo dentro. Sono i pensieri, le speranze, i desideri e i sogni che sbocciano dentro di noi. Pertanto si dovrebbero sacrificare i fiori più belli e più freschi, preferibilmente dal proprio giardino ”-Strol

 

Saato
Il termine nepalese per l'"anima mentale". È la parte di noi collegata al mondo superiore. Questo aspetto dell'anima è quello che può essere perso o portato via da altre entità. In lingua nepalese la perdita dell'anima si chiama Saato Jannu e un recupero dell'anima si chiama Saato Bolaunu.

 

Mutu / Mukhya / Mul
Il termine nepalese per l'"anima centrata sul cuore", che è collegata al mondo medio e ai tempi attuali. Quest'anima è collegata con l'insegnante di spirito primario.

 

Hangsa
Il termine nepalese per l'aspetto dell'anima che è centrato nella regione ombelicale. È collegato al mondo inferiore e detiene il nostro modo emotivo di essere. Può anche essere la sede di veleni emotivi come rabbia, invidia e odio.

 

Tridente
Simbolo divino che comprende i tre mondi, i tre momenti di nascita, morte e rinascita, i tre aspetti del dio Shiva (Brahma, Vishnu e Mahadev), i tre stati di creazione, conservazione e distruzione per la ricostruzione. Il tridente rappresenta anche l'elemento fuoco e lo stato di illuminazione.

 

Kalasa
Brocca d'acqua sacra che si ritiene detenga l'elisir (amrita) dell'immortalità della vita. Gli sciamani deviano una delle loro anime nel kalasa prima di intraprendere un viaggio di guarigione.

 

Piume di pavone
Il simbolo del potere sciamanico, del volo dell'anima, del viaggio, della guarigione e della dissipazione dell'ignoranza o dell'oscurità. Rappresentano anche la purezza spirituale e fisica.

 

Thaal e Nanglo
Thaal è il piatto che normalmente contiene il riso, in cui sono conservati tutti gli oggetti sacri. È il pezzo centrale di un altare. Il Nanglo è il cesto di mondatura del bambù, in cui è possibile creare un altare o in alcuni casi fare determinate offerte.

 

Dhupauro
Bruciatore di incenso. Può essere fatto di argilla o di qualsiasi metallo in cui gli estratti / incenso della pianta sacra si trasformano in fumo divino purificatore.

 

Khurpa / khurmi / Thurpi / Phurba
Il pugnale magico. Come il tridente, questo rappresenta i tre mondi, tre volte e tre stati emotivi (felici, cupi e tristi). Si trovano in diverse forme e rappresentazioni iconografiche, vengono utilizzati per la guarigione, il radicamento, la protezione e la creazione di armonia.

 

Dumsiko Kanda
Aculeo di istrice. Utilizzato per la protezione di sé e della casa, per una migliore concentrazione e come collegamento tra uccelli e mammiferi. È un modo per lo sciamano di rimanere in contatto con gli spiriti del mondo medio.

 

Titepati
L'erba artemisia. È usato come offerta, per la pulizia dell'ambiente, come incenso e come pianta medicinale.

 

Kera
Questa è una banana o un plantano. Nei riti di guarigione sciamanici rappresenta l'albero del mondo che collega tutte le realtà. Può anche essere usato come agente di sacrificio nei riti e nei rituali di guarigione, quando è necessario un contenitore per uno spirito negativo.

 

Bans
Questo bambù è anche noto come "l'erba di tutti i mondi multiuso". Il bambù e le sue diverse parti sono usati nei rituali di guarigione, nei riti di nascita e nei riti di morte, come cibo per l'uomo e gli animali. È ampiamente usato nella costruzione di case, nella costruzione di recinti, barche, ponti, ecc.

 

Totalako Phul
I semi e i fiori del fiore di Datura o Brugmansia (Trumpet flower). I semi rivestiti di fibra bianca, nascosti all'interno del suo lungo frutto a forma di campana, sono considerati il ​​"fiore più sacro e puro". Lo sciamano lo chiama "fiore dell'anima", viene offerto dopo il recupero dell'anima o il recupero del potere.

 

Tulsi
La pianta di basilico sacro. È usato per la pulizia, la guarigione e come pianta medicinale, grazie al notevole ossigeno che produce.

 

Janawar Ko Singh e Dara
Corna e denti di animali. Le corna e i denti di alcuni animali hanno grandi effetti curativi e sono anche inclusi nella preparazione di amuleti protettivi e talismani. Molte volte sono presenti nell'altare sciamanico.

 

Khurungi
La falce curva. Questo strumento è maneggiato da divinità femminili ed è usato per eliminare i nodi spirituali e per i processi di estrazione.

 

Dhanus / Kand
Arco e frecce. Rappresentano sia l'arma che il simbolo della divinità che abita nella foresta (il "sikari"), nonché alcune divinità e spiriti irati; viene utilizzato per invertire gli effetti dell'intossicazione alimentare (antidoto), degli attacchi spirituali e per concentrazioni estreme e mirate.

 

Dhyangro
Tamburo a due teste dello sciamano nepalese. Coperto dalla pelle di un cervo o di una capra selvaggia o domestica, con un manico con diverse rappresentazioni iconografiche.

 

Gajo
Strumento per battere il tamburo, curvo e a forma di "S".

 

Jhyamta
I doppi cembali usati per accompagnare il tamburo.

 

Ghanti
Le campane nella bandoliera dello sciamano, che sono indossate insieme alle perle di preghiera e alle malas dello sciamano.

 

Mala
Collane di grani di preghiera o rosari. Gli sciamani in Himalaya usano principalmente i semi naturali della pianta sacra chiamata Rudraksha (Eloeocarpus sphaericus) e semi neri di Rittha (pianta di noce di sapone). La maggior parte dei mala ha 108 perle, ma possono anche essere 78 o 54. Sono per protezione, per onorare le divinità e armonizzare la pressione corporea.

 

Sankha
Conchiglia. Il suo suono rievoca memorie primordiali e risveglia le emozioni dormienti profondamente radicate nell'inconscio.

 

Nalihar
Un osso dell'avambraccio umano. Utilizzato come tromba in alcuni rituali per chiamare gli spiriti curativi.

 

Sarpa Malla
Rosario fatto di vertebre di serpente. Rappresenta la Divinità Naga, il custode del Mondo inferiore e il regno della Terra. Ricorda anche allo sciamano che tutto è guidato dalla trasformazione e dal cambiamento.

 

Jama
La gonna lunga dello sciamano, con 108 pieghe.

 

Bhoto
La camicia dello sciamano

 

Pagari
La fascia per avvvolgere la testa dello sciamano. Il più delle volte di colore rosso e bianco.

 

Patuka
La cintura rossa dello sciamano.

 

Amliso
La scopa divina: l'estremità di questa pianta non è usata solo per pulire le case, ma anche per detergere il corpo spirituale della persona malata. Sono anche chiamate le "pianta delle streghe" ma quando gli sciamani le usano non solo trasformano le energie oscure in luce, ma mutano anche l'acqua normale in acque curative: l'amrita!

 

Chammar
La coda dello yak. È usata per purificare il corpo spirituale della persona e dare chiarezza alla mente. Nel Medioevo il chammar era usato come simbolo della regalità. Statue di dei e divinità sono purificate e alimentate dalla coda di yak in vari templi e famiglie.

 

Akchata
Chicchi di riso crudi. Quando i chicchi di riso sono usati come offerte negli altari, essi rappresentano la madre terra. Sono anche usati nella guarigione e nel transfert.

 

Supari
Noce di betel. Può essere usata come offerta e come invito per le divinità a prendere posto nello spazio dell'altare sacro.

 

Tapari
Piatti realizzati con foglie di piante sacre. Questi contenitori vegetali sono usati per le offerte nei luoghi sacri o negli altari, oppure come parte delle offerte agli spiriti.

 

Sata-Byu
Sono i sette tipi di grani sacri. Possono essere usati come mezzo di offerta o transfert o depossessione nei sacri mandala. Possono anche essere offerti direttamente alla madre terra.

 

Pala-Byu
Diversi tipi di fiori, foglie e offerte vegetali.

 

Khadko / Khadga
Coltello rituale.

 

Khadga Puja
Cerimonia per rimuovere gli ostacoli.

 

Kaal-Chakra
Il cerchio del tempo.

 

Kaal-chakra Katnu
Tagliare / trasmutare / annientare il ciclo oscuro del tempo.

 

Graha sarnu
Trasferire gli affetti planetari disarmonici.

 

Chokhyaunu / Puchnu
Purificare o purificare un oggetto, una persona o una struttura dall'impurità.

 

- Ecc. Ecc. Ecc. -

 


Print Friendly, PDF & Email